Storia

Storia di Barcellona

 

Non è facile riassumere la ricca storia di Barcellona in poche righe. Tuttavia, è sempre interessante conoscere i fatti e gli eventi maggiori che hanno segnato la storia della città che si sta per visitare. Sta a noi poi, approfondire i periodi storici che ci interessano di più.


L'antichità

La storia di Barcellona inizia molto tempo fa. Essa originariamente era una colonia romana nominata Barcino, anche se si sono ritrovate delle tracce della città che risalgono al 4000 a.C.. Barcellona passò in seguito in mano ai barbari e agli arabi nel 715, prima di essere conquistata da Ludovico il Pio nel 801.

 

Il Medioevo

Barcellona divenne una città frontiera a sud dei Pirenei. Il Conte di Barcellona restò sotto l’influenza francese fin quando Borrell II non ruppe il rapporto di vassallaggio nel 988.

Il Conte di Barcellona, Raymond Béranger IV, sposò Petronilla d'Aragona nel XIIesimo secolo e creò la Confederazione catalano-aragonese. Questa diventerà una grande potenza commerciale del mediterraneo nel XIII secolo. Barcellona era la capitale di questa Confederazione ed era una città potente, al culmine della propria gloria.

 


Dal XVesimo al XVIIesimo secolo

Nel XVesimo, la peste, le guerre civili e gli attacchi dei pirati segnarono la storia di Barcellona. Inoltre, la scoperta dell’America fece slittare il commercio marittimo verso le coste dell’ovest. 

Nel XVIIesimo secolo, la Castiglia attaccò la Catalogna in riposta al suo atto di indipendeza. Barcellona resistette 12 anni, ma finì per essere conquistata. La Catalogna fu smembrata, ma la città di Barcellona mantenne la sua autonomia per qualche tempo.

All’inizio del XVIIesimo secolo, in seguito alle guerre scoppiate per la conquista del trono di Spagna, la Castiglia si riappropriò dell’autonomia politica della città di Barcellona. Fu all’ora che costruirono la Ciutadella per sorvegliare la città. La lingua catalana fu proibita.



Il XIXesimo secolo

È grazie alla rivoluzione industriale del XIXesimo secolo che la storia di Barcellona cambiò e la città riuscì a rinascere dalle sue proprie ceneri. Questo evento segnò una svolta nella storia di Barcelona, tuttavia i quartieri popolari ebbero vita molto dura.

La crescita della città fu importante, un’espansione gigantesca con una struttura urbanistica a forma di quadrati fu realizzata da Idelfons Cerda. Barcellona organizzò la sua prima Esposizione Universale nel 1888.

L’industria tessile, il vino ed il sughero permisero alla città di arricchirsi. Dei movimenti artistici sempre più importanti, in particolare quelli catalani, fiorirono nella seconda metà del XIXesimo secolo.

Nonostante questo, la storia di Barcellona fu scossa da frequenti attentati da parte degli anarchici e dalle sommosse sociali. Furono molti anche gli scontri tra i poteri spagnoli ed i partigiani catalani.

 


Il XXesimo secolo

Nel 1930, alla caduta del dittatore Rivera, i nazionalisti catalani proclamano la Repubblica della Catalogna, ma siamo ancora lontani dall’autonomia.

Sarà necessario attendere la caduta di Franco per riparlare di autonomia. In effetti, gli indipendentisti catalani furono severamente repressi durante l’era di Franco.

Dopo il 1975, la Catalogna riacquisisce finalmente la sua autonomia e Barcellona viene designata come capitale della regione autonoma.

Nel 1982, Barcellona viene scelta per organizzare i Giochi Olimpici del 1992. Questa occasione fu ottima per rimodernare la città intera. In seguito Barcellona fu travolta da una sempre più crescente attività culturale ed artistica ed è divenuta oggi una delle più importanti mete turistiche d’Europa.

Prenota il tuo Servizio